Gherim
Menu

Auditorium Modernissimo! L’edificio e la sua storia

 

Da http://www.nembro.net/aree/cultura-sport-e-tempo-libero/auditorium-modernissimo/

“Il complesso era stato progettato in epoca fascista, prevedeva spazi per il teatro, il cinema e le adunanze, oltre a locali per l’assistenza. Successivamente prevalse l’uso esclusivo a sala per rappresentazioni cinematografiche e teatrali. Il manufatto subì mutamenti in corso d’opera e anche dopo la costruzione, per adeguamenti funzionali e normativi.

L’ ultima destinazione d’uso fu quella ad ufficio postale. Seguirono lunghi anni di abbandono durante i quali si discussero diverse ipotesi progettuali, molte delle quali intenzionate a dare seguito alla demolizione del fabbricato, fino alla definitiva scelta di procedere con il recupero.

Nel 2005 è stato affidato a Gritti Architetti un piano integrato di intervento destinato a riconfigurare il centro civico di Nembro e volto a riattivare le relazioni tra gli edifici e gli spazi aperti realizzati a partire dal 1934.

Il programma integrato di intervento è stato da subito caratterizzato dalla scelta di recuperare dell’ex cine-teatro Modernissimo come spazio pubblico. Reinterpretando la funzione originaria si è realizzata una sala destinata prevalentemente alle rappresentazioni musicali, ma in grado di ospitare anche eventi teatrali con ridotte esigenze di scena, congressi, convegni e assemblee.

Oggi il Modernissimo, la nuova piazza della Libertà, il giardino Moscheni, con la galleria commerciale e l’autorimessa, sono a tutti gli effetti il perno dell’estesa opera di riqualificazione del centro civico che fa di Nembro un laboratorio dove si sperimenta un’intensa e per certi versi inedita relazione tra tradizione e innovazione degli spazi urbani”